Mare e Carbone

Senza titolo

Una tipica storia di queste coste. Un ecomostro costruito da un’imprenditoria predatoria con spese enormi e infiltrazioni criminali, rimasto in funzione per soli due giorni. Al suo posto, adesso, si vuol costruire una centrale a carbone “pulito”. Il meccanismo è lo stesso, la ‘ndrangheta si fa sentire. Saline Ioniche si divide: accettare soldi e lavoro o difendere ambiente e autonomia?
L’inchiesta di Tizian per Repubblica.it sullo scellerato progetto di una centrale a carbone a Saline Joniche.