Premio Urbanistica 2014

UP_r

Sono stati proclamati i vincitori del “Premio Urbanistica”, il concorso indetto dalla rivista scientifica dell’Istituto nazionale di urbanistica, che ha selezionato i progetti scelti dai visitatori di Urbanpromo, l’evento nazionale di riferimento per il marketing urbano e territoriale, organizzato dall’Inu e da Urbit. Nel corso della manifestazione dello scorso anno i visitatori hanno espresso la loro preferenza, attraverso un referendum e novesono vincitori tra i progetti esposti, suddivisi in tre categorie.
Nella categoria “Equilibrio degli interessi nel rapporto pubblico/privato” troviamo: il Programma Housing della Compagnia di San Paolo con la Residenza Temporanea di Porta Palazzo, che offre 27 alloggi a canone calmierato per un anno e mezzo al massimo a studenti, stagisti, city users e persone che ritrovano in situazioni di temporanea difficoltà abitativa; vi è poi il Comune di Torino, con il progetto “Porte della città, linee di intervento sull’evoluzione del tessuto urbano”, attraverso il recupero di aree industriali dismesse, lo sviluppo di nuovi quartieri, l’ampliamento del sistema universitario, la rifunzionalizzazione di grandi volumi e nuove mobilità; vediamo quindi la Regione Umbria con i Programmi integrati di Sviluppo Urbano (Puc3), rivolti ai Comuni con meno di 10.000 abitanti e finalizzati alla rigenerazione urbana di contesti storici e aree urbane degradate (per la prima volta in Umbria con valenza territoriale e d’area vasta). I vincitori della sezione “Inserimento nel contesto urbano” sono invece il Comune de L’Aquila, con il progetto di candidatura a città europea della Cultura, incentrato sul Piano di ricostruzione del Centro storico della città e delle frazioni dopo il sisma del 2009, di cui fa parte l’Auditorium e Parco Urbano di Piazza d’Armi; la Confcommercio con il progetto di riqualificazione e rivitalizzazione economica del Centro storico di Bassano del Grappa, nel quale l’applicazione di un meccanismo di ascolto e partecipazione che ha coinvolto la Confcommercio locale, il Comune, i cittadini e gli operatori economici, ha permesso di superare i conflitti generati dall’istituzione della ZTL; troviamo poi Toscana Promozione con il recupero dell’area industriale Fabbrichina a Colle Valle d’Elsa, progetto che l’ha trasformata in residenze di architettura contemporanea, biblioteche, negozi e servizi, spazi pedonali e aree verdi. La terza categoria, denominata “Qualità delle infrastrutture e degli spazi pubblici”, vede il Comune di Bari, insieme al Ministero delle Infrastrutture, che ha promosso il progetto “BariCentrale”, un grande fiume verde che collega la città storica a quella contemporanea; la Provincia di Reggio Calabria, invece, attraverso l’organizzazione del concorso di idee per la riqualificazione della Waterfront delle Saline Joniche vede come progetto vincitore Anthropic Park di Autonome Forme, che ha come obiettivo quello di rinaturalizzare l’area danneggiata dalla presenza di attività industriali ormai cessate; tra i progetti vincitori troviamo, infine, la Regione Abruzzo che insieme al Ministero delle Infrastrutture, ha esposto “Territori Snodo 2 Abruzzo”, un programma di intervento per ridurre lo sbilanciamento tra aree interne e costiere, affrontando il tema delle città diffuse sostenibili attraverso l’housing sociale. I progetti vincitori saranno premiati nel corso dell’XI edizione di Urbanpromo, in programma dall’11 al 14 novembre alla Triennale di Milano.
Maggiori informazioni al link